Come Scegliere un Portatile

La scelta di un portatile si riduce al trovare un modello che rientra nel budget prefissato. La prima cosa è pensare a cosa si vorrà fare col portatile prima di iniziare a cercarne uno.
Se si desidera un portatile leggero e facilmente trasportabile con una durata alta delle batterie, si dovrà rinunciare a schermi larghi e unità ottiche interne (DVD o Blu-Ray).

Fortunatamente c’è un portatile per ogni esigenza ma è importante passare del tempo per informarsi prima di prendere un decisione. Ecco una serie di punti da ricordare prima di acquistare un computer portatile.

Display
Siccome un portatile è difficilmente aggiornabile una volta comperato è bene scegliere buoni componenti tra cui un buon display.
Schermi larghi hanno una risoluzione alta, il che facilita l’uso di fogli di calcolo e molte finestre simultaneamente.
In netbook ad esempio hanno una risoluzione tipica di 1024×600 pixel; che possono risultare pochi quando si visitano siti web perché sono spesso più larghi.
Non tutti i display da 17 pollici supportano una risoluzione Full HD, per cui se si vogliono vedere video in Full HD è bene controllare che il display abbia una risoluzione di 1920×1080.
Alcuni monitor sono lucidi, ciò migliora la luminosità e il contrasto ma hanno problemi di riflessi: se ci si trova in una stanza con una luce alle spalle, i riflessi sono spesso fastidiosi.
C’è da dire che i portatili più costosi adottano metodi per ridurre il disturbo.
Non tutti gli schermi sono di buona fattura per cui attenzione.

Autonomia e batterie
Se il portatile non uscirà molto da casa, il peso e le dimensioni non sono un problema. Stesso ragionamento per le batterie: basterà collegare il computer all’alimentazione.
Altra questione se il portatile viaggerà molto. Piuttosto scomodo portarsi dietro l’alimentatore se la batteria si scarica.
Non è neanche facile stabilire quanto una batteria più durare perché navigare su Internet e scrivere un documento non consumano molta batteria ma giocare o visualizzare video sicuramente.
Tra l’altro la batteria è una delle parti più pesanti di un portatile e i portatili più leggeri montano una batteria meno pesante ma anche meno capiente.
Per avere un’alta autonomia e poco peso bisogna sacrificare la potenza e anche la dimensione del display deve essere minore.

Processore e RAM
La maggior parte dei portatili disponibili sul mercato possiedono un processore dual-core Intel.
Gli ultimi modelli i3 e i5 sono molto efficienti rispetto ai Core 2 Duo che funzionano alla stessa velocità.
Sono pochi invece i portatili con processore AMD perché sono meno efficienti a parità di potenza.
I netbook sono equipaggiati di processori ATOM le quali prestazioni sono di gran lunga inferiori agli Intel Core, ma consumano veramente meno.
Esistono una serie di processori pensata per notebook ultraportatili ma con una cpu più potente degli ATOM, sono però più cari.

Per quanto riguarda la RAM, è bene prendere un portatile con almeno 2 GB perchè 1 GB è troppo poco per le applicazioni moderne facendo attenzione perché Windows 7 Starter Edition ne supporta soltanto 1 GB.
Se si intende fare uso di applicazioni pesanti come videoediting o grafica forse 4 gigabyte sono una miglior soluzione, tenendo presente che occorrerà installare una versione a 64 bit di Windows.

Scheda video
Una buona parte dei portatili in vendita possiedono una scheda video integrata nella scheda madre. Questo permette di ridurre il consumo di elettricità ma le prestazioni di queste soluzioni integrate difficilmente consentono di giocare agli ultimi giochi tridimensionali.
Per questo motivo alcuni notebook sono equipaggiati con una scheda video più potente con della ram dedicata.
Se si vuole giocare è meglio optare per una scheda video dedicata, altrimenti si può tranquillamente scegliere un portatile con scheda grafica integrata.
Attenzione perché i netbook con processore ATOM possiedono una scheda video integrata che spesso non è in grado di gestire la riproduzione di video ad alta risoluzione