Cambiare Cartella Htdocs di Apache

Se volete cambiare la cartella di default htdocs in Apache HTTP Server bisogna aprire (il blocco note di windows va benissimo) il file di configurazione di Apache httpd.conf ubicato in “C:/Programmi/Apache Software Foundation/Apache2.2/conf/” o “C:/Programmi (x86)/Apache Software Foundation/Apache2.2/conf/” in base al sistema operativo che usate (nel primo caso se usate Windows 32bit nel secondo se usate Windows 64bit, specifico questo perchè ci servira distungere la cosa anche successivamente), e cambiare le seguenti voci dove la prima riga e riferita a un installazione su Windows 32bit e la seconda su Windows 64bit

DocumentRoot “C:/Program Files /Apache Software Foundation/Apache2.2/htdocs”
o
DocumentRoot “C:/Program Files (x86)/Apache Software Foundation/Apache2.2/htdocs”

in

DocumentRoot “C:/nuova_htdocs”

e
o

in

 

dopo create la cartella

C:/nuova_htdocs

e riavviate il server Apache per fargli caricare le nuove impostazioni.
Ora potete inserire le vostre pagine web in c:/nuova_htdocs senza piu usare la vecchia htdocs di default.


Come Rigenerare la Batteria di un Portatile

Quasi a tutti capita che utilizzando il notebook spesso, a batteria, essa si esaurisca nel tempo cioè perda il suo potere di mantenere la carica e quindi mentre da nuova si esauriva in tre ore ora non riesci nemmeno a tenere il notebook acceso 45 minuti. Io conosco un metodo per cercare di recuperare la batteria..

La prima cosa da fare è scaricarla interamente… per interamente intendo di tenere il notebook acceso anche andando contro i messaggi di avviso che lancia windows. cioè fino allo spegnimento improvviso. Una volta scaricata imbustala in una busta tipo quelle per surgelati in modo che non si bagni con l umido.

Ora chiudi accuratamente la busta e riponila nel freezer o sarebbe meglio in un abbattitore di temperatura. Però ci si accontenta anche del freezer, lasciala almeno 24 ore e poi ricaricala! avendola prima asciugata, avrà recuperato gran parte della sua vecchia durata. In caso contrario, utilizza un software.

Per quanto riguarda ‘ utilizzo di software dovrai cercare con google dei programmi che sono sempre freeware e che si chiamano software di ricalibrazione della batteria. Questi software scaricheranno interamente la tua batteria per poi ricaricarla e ricalibrarla lentamente. Se neanche cosi risolvi, comprala nuova


Come Cambiare le Casse Audio di un Portatile

Durante l’utilizzo di un notebook può succedere che le casse audio si danneggino e non emettino nessun segnale audio. Ecco una guida che insegna passo per passo come sostituire le casse del notebook senza ricorrere all’intervento di un centro assistenza autorizzato. Troverete molto semplice e veloce la sostituzione dei componenti.

Per iniziare dobbiamo acquistare le nuove casse acustiche e per farlo abbiamo bisogno di reperire marca, modello e seriale del nostro notebook. Tutti questi dati sono reperibili sotto la scocca del notebook! Una volta che siamo in possesso di tutti questi dati basta recarsi presso un centro autorizzato e acquistare le nuove casse acustiche. Finalmente possiamo procedere allo smontaggio del dispositivo.

Togliamo qualsiasi fonte di alimentazione dal notebook compresa la batteria. Ora identifichiamo tutte le viti che si trovano sul perimetro del dispositivo e con un cacciavite togliamole completamente. Sganciamo l’hard disk dal relativo alloggio e sganciamo completamente tutta la scocca in plastica che riveste il notebook. Davanti a noi troveremo la scheda madre con le casse collegate ad essa. Leviamo le viti che tengono ferme le casse e stacchiamo lo spinotto.

Basterà tirare le casse verso l’esterno per toglierle completamente dal loro alloggio. Ora prendiamo le nuove casse e mettiamole a posto delle precedenti. Fermiamole utilizzando le viti tolte in precedenza e ricolleghiamo lo spinotto che abbiamo tolto in precedenza. Rimontiamo la scocca in plastica e riposizioniamo l’hard disk nel relativo alloggio. Non ci resta che provare se tutto funziona in modo corretto.

Se non si vuole effettuare l’operazione, è possibile risolvere il problema comprando casse esterne, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sulle casse bluetooth su questo blog. In questo modo non è necessario intervenire sul portatile.


Come Recuperare Spazio Disabilitando l’Ibernazione

Con questa guida parleremo di due file che sono pagefile.sys e hiberfil.sys si trovano entrambi nella radice del disco dove risulta essere installato Windows. Poichè si tratta di file nascosti,per visualizzarli è neccessario abilitare l’opzione per la visualizzazione dei file nascosti, Opzioni cartella – Visualizzazione – Visualizza cartelle,file e unità nascosti.

La dimensione di questi file varia a seconda della quantità di Memoria Ram installata: più memoria abbiamo e più i file saranno grandi ( entrambi possono occupare anche 10 gb su pc con 6 o più giga di ram).

Mentre il primo (pagefile.sys) è il file di paginazione (o swap)usato da windows per liberare la ram spostando sul disco rigido i dati, e il secondo (hyberfil.sys) non è altro che lo spazio impiegato dal sistema operativo per salvare la sessione di lavoro sul disco rigido e la conserva anche se il pc non è più alimentato.

Dopo questa breve spiegazione passiamo alla disattivazione dell’ibernazione per recuperare lo spazio su Hardisk….

Digita Cmd nella casella di ricerca del menu start e premiamo col pulsante destro del mouse su cmd e apriamolo con privilegi di amministratore.

Scriviamo al prompt : powercfg.exe/hibernate off e premiamo invio.

Il comando disattiverà l’ibernazione eliminando il file hyberfil.sys. Per riattivarla ripetiamo l’operazione usando il comando : powercfg.exe/hibernate on (sempre comunque aprendo il cmd con privilegi di amministratore.

Ora tocca al file pagefile.sys, dirigiamoci su Pannello di controllo/Sistema e clicchiamo su impostazioni di sistema avanzate.

Clicchiamo su Impostazioni e spostiamoci in Avanzate e premiamo Cambia. Selezioniamo C:, e spuntiamo Dimensioni personalizzate e indichiamo 200 in dimensioni iniziali e 300 in quelle massime premiamo applica e ok. Per ripristinare riavviamo le dimensioni gestite dal sistema.

Molto interessante.


Come Impostare Sistema Operativo di Default in Grub

Oggi andremo a vedere come modificare il Grub 2 di Ubuntu in modo da cambiare il Sistema Operativo che si avvierà di default. Per comprenderci meglio facciamo un esempio di aver installato sulla nostro computer sia Windows 7 che Ubuntu, all’avvio del computer siccome abbiamo installato due S.O. ci apparirà il grub (Grand Unified Bootloader) l’applicazione di Ubuntu che gestisce la fase di boot. Come avrete notato di default dopo circa 10 secondi si avvia Ubuntu, ma a tante persone che installano sia Windows che Ubuntu preferiscono che si Windows il sistema operativo di default, allora andiamo a vedere come cambiare l’impostazione di default in modo da avviare Windows al posto di Ubuntu.

Per prima cosa dobbiamo riavviare il computer in modo da vedere in che posizione si trova Windows, come avrete notato nel menu del Grub ci sono diverse righe e ognuna di loro corrisponde un avvio diverso, e ogni riga corrisponde un numero progressivo, da tenere conto che le righe si contano a partire da “0” non da “1“cioè la prima riga viene denominata “Riga 0“. Windows nella maggior parte dei casi si trova all’ultima posizione verso la sesta riga quindi “Riga 5“.

A questo punto possiamo avviare Ubuntu e andiamo ad aprire il Terminale con la combinazione di tasti Ctrl+Alt+T e apriamo il file di configurazione del Grub digitando:
sudo gedit /etc/default/grub
a questo punto ci apparira una schermata simile a questa:

dove noi andremo a cambiare la voce
GRUB_DEFAULT=0
in
GRUB_DEFAULT=5
dove 5 corrisponde alla riga 5 cioè Windows 7

a questo punto salviamo facendo clic su salva e e chiudiamo il file e torniamo al terminale per aggiornare le informazioni del grub digitando:
sudo update-grub2

a processo ultimato possiamo riavviare il computer e vedremo che non si avvierà più Ubuntu ma Windows.